Visita ginecologica

http://www.caran.eu/immagini_pagine/27-02-2017/1488200479-226-.png

La visita ginecologica serve per valutare lo stato di salute dei tuoi organi genitali esterni (vagina e vulva) e interni (utero e ovaie).
Non occorre una preparazione particolare per effettuare la visita: lavati come al solito, e cerca di rimanere calma e rilassata. Prima della visita vai in bagno, e svuota la vescica.

Non è necessario che ti spogli completamente, indossa abiti comodi, facili da levare, magari una T-shirt lunga in modo da non farti sentire in inbarazzo anche senza le mutandine, che dovrai togliere per effettuare la visita.

Dovrai poi sdraiarti sul lettino ginecologico ed appoggiare i piedi o le gambe su due supporti che si trovano ai due lati del lettino.                                                                                                                                                                                 Potrà sembrarti una posizione imbarazzante, ma è l’unico modo per poterti visitare. Indossati i guanti, il ginecologo procederà a visitarti, osservando attentamente i genitali per rilevare eventualmente la presenza di infiammazioni vulvovaginali e poi introdurrà in vagina un piccolo strumento che si chiama “speculum” per osservare la parete interna della vagina e il collo dell’utero.

La sensazione che potrai sentire è la stessa di quella che si prova quando metti un assorbente interno.

Se sarà necessario farà il pap test, cioè preleverà con una piccola spatolina di legno e uno spazzolino le cellule del collo dell’utero che manderà poi in laboratorio ad analizzare.

Il pap test è un esame che è bene cominciare a fare subito dopo aver cominciato ad avere dei rapporti sessuali. Serve per evidenziare eventuali anomalie delle cellule del collo dell’utero in modo da poter fare una diagnosi precoce dei tumori, e può mettere in evidenza alcuni tipi di infezioni.

Se non hai mai avuto rapporti sessuali, e quindi sei vergine, non avere timori perché il ginecologo utilizzerà uno speculum molto piccolo, specifico per chi è vergine, saprà essere delicato, e il tuo imene rimarrà integro perché è una struttura elastica.

Tolto lo speculum, introdurrà un dito in vagina e contemporaneamente appoggerà l’altra mano sul tuo addome per valutare la forma e il volume dell’utero e delle ovaie.

Durante la visita fa dei respiri profondi e rilassati. In questo modo non avvertirai nessun fastidio o dolore, e la visita terminerà più velocemente.

Se lo riterrà necessario, per un’indagine più approfondita ti prescriverà un’ecografia pelvicache consiste praticamente nel fotografare il tuo utero e le tue ovaie tramite l’ausilio di una sonda ad ultrasuoni che ti viene appoggiata sulla pancia.

Devi andare  assolutamente dal ginecologo se:

Hai prurito e bruciore nella zona della vagina e del pube

Perdite vaginali abbondanti, di cattivo odore, di colore e consistenza diversa dalsolito

Hai dolori al al basso ventre durante le mestruazioni o negli altri giorni

Le tue mestruazioni sono irregolari o abbondanti

Hai 15-16 anni e non hai ancora avuto le mestruazioni

Hai notato qualche variazione o hai disturbi del seno

Non c’è un’età specifica per andare a fare la prima visita ginecologica, ma sono le tue  necessità a spingerti a farla. 


Richiedi maggiori informazioni tramite email


Segui:
su Facebook!