Spermiogramma (Referto in giornata)

http://www.caran.eu/immagini_pagine/11-05-2018/1526044148-40-.jpg

 

 

Spermiogramma

 

 Lo studio del liquido seminale è  lo  strumento basilare nella valutazione della fertilità maschile. 

 UNA CORRETTA ESECUZIONE DELL’ESAME DEL LIQUIDO SEMINALE PREVEDE :

      Se il campione non viene raccolto al Centro:

  Ø  Astinenza dai rapporti sessuali: minimo 2gg - massimo 7gg 

  Ø  Modalità di raccolta:  masturbazione                                                                                                    Ø  Utilizzare contenitore sterile per urine.

 

        Se il campione non viene raccolto al Centro:

 

   Ø    Consegnarlo al Centro entro un'ora dalla produzione.                                                              

   Ø    Mantenere una temperatura constante evitando di rovesciarlo.

 

Riferire al personale sanitario eventuali terapie e malattie (in particolare con febbre) intercorse negli ultimi tre mesi.                                                                                                                                                                   Segnalare  eventuali perdite del campione durante la raccolta o il trasporto, e qualsiasi altra violazione delle regole fin qui elencate.

Se il campione deve essere utilizzato per una “Spermiocoltura” si consiglia  di urinare prima.

Durante lo spermiogramma vengono studiati tre parametri fondamentali del liquido seminale:  concentrazione (numero), motilità (capacità di movimento) e morfologia (forma) degli spermatozoi.                                           Queste tre caratteristiche influenzano la capacità fecondante degli  stessi, cioè l'abilità nel risalire la cervice e l'utero fino al sito della cellula uovo, subire la capacitazione (una serie di trasformazioni che ne aumenta la capacità fecondante), penetrare la corona radiata, sacrificarsi al fine di minare la resistenza della zona pellucida e permettere ad un singolo spermatozoo di aprirsi un varco verso il nucleo, dove unirà il suo patrimonio genetico con quello dell'ovocita.                                                                                                                                                                                                                                                                                             L'organizzazione mondiale della sanità (OMS) considera normale un eiaculato con:

   - concentrazione di spermatozoi ≥ 15 milioni/ml                                                                                                      - concentrazione totale nell'eiaculato ≥ 39 milioni                                                                       - spermatozoi mobili progressivi (a + b) ≥ 32%                                                                                                        - spermatozoi motili totale (a + b + c) ≥ 40%                                                                                                            - morfologia normale: > 4-15 % 

 

              Nomenclatura:

 

    Normozoospermia: eiaculato normale, secondo i valori di riferimento.
    Astenozoospermia: alterazione della motilità degli spermatozoi.

           Oligozoospermia (o semplicemente oligospermia): ridotto numero di spermatozoi.                                Teratozoospermia: alterazione della morfologia degli spermatozoi.

               Oligoastenoteratozoospermia: alterazione di tutte le variabili.
               Criptospermia: assenza di spermatozoi nell'eiaculato ma presenza di spermatozoi nel centrifugato.                    Azoospermia: assenza di spermatozoi nell'eiaculato e nel centrifugato . 
               Ipospermia o oligoposia o ipoposia: riduzione del volume eiaculato.                                                                    Iperposia: aumento del volume eiaculato.

 

 

 

 

 

  1.  


 

 

 

 

 

 


 


 

 

 


Richiedi maggiori informazioni tramite email


Segui:
su Facebook!