Consulenza Psicologica

http://www.caran.eu/immagini_pagine/27-02-2017/1488198619-55-.jpg

Il Centro Caran mette disposizione dei pazienti un consulente psicologico, che li accompagna dall'inzio di qualsiasi trattamento, per poter condividere tutti i loro dubbi e timori per migliorare la qualità di vita durante il loro percorso.

Sin dall'infanzia l'individuo impara a concepire la genitorialità come un traguardo scontato. Sembra comune la convinzione che si rimanga incinta appena si smette di “fare attenzione” e che sia sempre possibile avere un figlio. Avere un figlio rappresenta una tappa evolutiva fondamentale nell'acquisizione dell'identità psico-sociale individuale e di coppia.

La condizione di sterilità pone l'individuo di fronte ad una crisi evolutiva e costituisce uno stato suscettibile di malessere psicologico sia da un punto di vista personale che relazionale .
La frustrazione del desiderio di riproduzione, il senso di inadeguatezza, il timore di disapprovazione sociale, le pressioni da parte dei genitori e parenti possono avere risvolti negativi sulla sicurezza personale e sulla relazione di coppia .

L'attività sessuale viene spogliata del suo potenziale riproduttivo e vissuta come vuota e meccanica; ne risultano cambiamenti nella frequenza e spontaneità dei rapporti nonché la possibile insorgenza di disfunzioni sessuali transitorie come la difficoltà a raggiungere l'orgasmo, il calo del desiderio, il vaginismo, l'eiaculazione precoce, l'eiaculazione impossibile e il deficit erettile.

Oggigiorno le tecniche di Procreazione Medicalmente Assistita (PMA) offrono strumenti concreti nella lotta alla sterilità, tuttavia ognuna di queste procedure apporta notevoli carichi di stress fisico e psicologico che mettono alla prova ulteriormente l'equilibrio e quindi il benessere psicofisico del singolo e della coppia, come la peculiarità ed inusualità del trattamento, il tipo di procedure da utilizzare, i tempi che il trattamento richiede, il coinvolgimento di terze persone in una sfera tanto intima, la possibilità di un fallimento. Nella sterilità l'aspetto organico e psicologico sono inseparabili.

È ormai riconosciuto che stati d'ansia e di depressione possono influire sul liquido spermatico nell'uomo e sull'ovulazione nella donna, così come gli ormoni dello stress possono influire negativamente sulla funzionalità degli organi riproduttivi più in generale. A tal proposito, e a sostegno del benessere psicofisico dell'individuo, il Ministero della Sanità promuove l'affiancamento dell'intervento psicologico ai trattamenti di Procreazione Medicalmente Assistita.

L'obiettivo della terapia psico-sessuale diviene così la capacità di generare uno spazio fisico e mentale, un luogo ed un tempo per far sì che la coppia generi delle modalità reattive alla sterilità al fine di attivare il passaggio ad un nuovo stadio vitale della relazione.

(Rif. Bibl: Stagno, 1994; Ardenti, 1996; Benazon, 1992; Rossi et al., 1997; Di Francesco, 1990; Capitanio, 1993; Gentili,1996.)


 


Richiedi maggiori informazioni tramite email


Segui:
su Facebook!